NUOTO, BICICLETTA E CORSA, TRE SPORT IN UNO. ECCO COSA E’ IL TRIATHLON, IN CITTA’ LA RHODIGIUM TEAM CURA QUESTA DISCIPLINA

Ecco il testo dell’intervista al coach Paolo Negrini pubblicata il 2 aprile sul Resto del Carlino di Rovigo.

negriniNUOTO, bici e corsa, tre sport uniti in un’unica parola che si chiama triathlon. A Rovigo c‘è una società, la Rhodigium team, che cura questa disciplina. «Il triathlon è composto da tre sport di fondo – dice Paolo Negrini, vicepresidente della società e duatleta di livello nazionale, (2h29′ in maratona) – che presuppongono un diverso impegno dal punto di vista dei distretti muscolari interessati in ogni disciplina; si può quindi dire che il triatleta è un fondista, con uno sviluppo muscolare completo ed armonico sono tutti i punti di vista. Contrariamente a quello che si crede, non è un’attività per superuomlni, ma un modo divertente e variato per allenarsi e stare in forma».
Gli sportivi di Rovigo, come rispondono a questa disciplina?
«Noi  siamo nati tre anni fa ed avevamo 6 triatleti. Ora, abbiamo 65 iscritti; c’è stata un’evoluzione macroscopica».
Quali sono i principali vantaggi nella pratica del triathlon?
«Essendo uno sport  principalmente aerobico, aiuta a bruciare i grassi, riducendo la massa grassa corporea a favore della massa magra (muscolatura). Si sviluppano armonicamente tutti i distretti muscolari e inoltre migliora la gittata cardiaca e anche le difese immunitarie».
A che età si può cominciare?
«Dagli otto anni per la sezione Triathlon junior, e dai 15 per il cosiddetto Age Groupe, il triathlon adulti».
Che distanze si devono ricoprire?
«Nel triathlon sprint, 750 metri a nuoto, 20 chilometri in bici e 5 di corsa».
Ma non c’è solo il triathlon.
«Infatti, c’é il duathlon, che consiste nell’affrontare due discipline in tre fasi (corsa, ciclismo e corsa, in questa successione) ed in un’unica soluzione, e l’aquathlon, che è una gara che consiste nell’affrontare due discipline, il nuoto e la corsa in questa successione».
Quanti allenatori predisponete per i triatleti?
«Due volte alla settimana andiamo al campo Coni dove io e altri preparatori atletici come Domenico De Stefani, seguiamo i ragazzi soprattutto sulla parte combinata, poi altri due giorni sono dedicati in piscina, seguiti dai tecnici della Fin e al sabato o alla domenica, si inforca la bici in strade non tanto trafficate».
C’è una quota da pagare?
«Sì e abbiamo varie formule. La nostra sede è in viale Porta Po presso il Polo Natatorio e siamo affiliati alla Fitri (Federazione italiana triathlon) e alla Fidal (Federazione italiana atletica leggera)».

  • Aprile 6, 2013
Click Here to Leave a Comment Below

Leave a Comment:


Warning: Missing argument 2 for Jetpack_Subscriptions::comment_subscribe_init() in /web/htdocs/www.rhodigiumteam.it/home/wp-content/plugins/jetpack/modules/subscriptions.php on line 602