IM FRANCOFORTE 8 luglio 2018

Benazzi Maximiliano e Alberto Amà, ancora una volta finisher!

I nostri incredibili atleti hanno portato a termine un’altra spettacolare impresa chiudendo il loro Ironman 2018 con grande soddisfazione.
In particolare Benazzi ha dimostrato la propria ottima forma fisica, che ha consolidato in lunghi mesi di dura e costante preparazione, disputando una serie numerosa di competizioni a ottimo livello, e chiudendo il proprio full distance nel pregevole tempo di di 11 ore e 13 minuti.

Alberto Amà, veterano delle lunghe distanze, ha messo in campo tutta la sua esperienza e nonostante sia stato coinvolto in un brutto incidente automobilistico a pochi giorni dalla gara, per fortuna senza conseguenze, si è presentato allo start ed ha fatto valere la propria caparbietà e le lunghe ore passate in sella, in acqua e di corsa lungo le strade della propria Adria, portando a termine la competizione in 12 ore e 48 minuti.

Davvero un plauso  a loro!

Luigi Fini

  • luglio 24, 2018

La Tribale Triathlon Sprint di Carmignano 08 luglio 2018 · Carmignano di Brenta PD · Triathlon

Carmignano di Brenta si rivela sempre un territorio di caccia ideale per la Rhodigium Team, che anche domenica scorsa ha fatto incetta di medaglie, schierando un plotone di atleti che dire numeroso è riduttivo: 22 i nostri portacolori che hanno sfidato la concorrenza nel lago di Camazzole prima, lungo le strade adiacenti poi, e in un bel percorso sterrato che costeggia il lago infine, nella frazione run.

La distanza era quella sprint, 750 metri di nuoto, 21 km di bici e 5 di corsa.

Passando in rassegna i podi, oro in categoria Yout B femminile per Gaia Lucrezia dalla Pria, due argenti, rispettivamente per la giovane Valeria Ballarin in categoria Junior e per la determinatissima Alice Munerato in categoria S4.
Sempre restando in classifica femminile, deu ottimi terzi posti per Agnese Romanin, sempre in categoria Junior, e per la new entry Maddalena Gardan, categoria S4!

Tra i maschietti, un meritatissimo oro per il giovane Rizzi Samuele, scortato per l’occasione dal presidente e mentore Enrico Novo, in categoria Yout B, argento per il veloce Alessandro Zampirollo, in categoria M1, un altro argento per il coriaceo Stefano Bolognese in categoria M3 e per finire una medaglia di bronzo per Luca Paulon, categoria Junior, che festeggia così il suo diploma di maturità.

Rimando alla classifica di squadra per gli altri partecipanti, tutti bravissimi, e per i risultati cronometrici.

 

P.Gen
Pett
Atleta
Tempo
P.Cat
P.Sex
16 14 ZAMPIROLLO ALESSANDRO
1975-04-12, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:06:48.85
La Tribale Triathlon Maschile
2
M1
16
M
Dettaglio
29 200 GARAVELLO ALBERTO
1989-04-03, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:09:22.05
La Tribale Triathlon Maschile
6
S2
29
M
Dettaglio
32 136 BOLOGNESE STEFANO
1964-09-14, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:09:57.45
La Tribale Triathlon Maschile
2
M3
32
M
Dettaglio
33 71 BERTOLINI MARCO
1984-01-15, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:10:10.50
La Tribale Triathlon Maschile
5
S3
33
M
Dettaglio
52 55 PAULON LUCA
1999-05-09, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:12:27.05
La Tribale Triathlon Maschile
3
JU
52
M
Dettaglio
53 73 CESCHELLI ALBERTO
1988-01-11, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:12:34.30
La Tribale Triathlon Maschile
11
S3
53
M
Dettaglio
55 93 BARION THOMAS
1976-10-19, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:13:02.40
La Tribale Triathlon Maschile
10
M1
55
M
Dettaglio
56 53 RIZZI SAMUELE
2002-10-29, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:13:12.00
La Tribale Triathlon Maschile
1
YB
56
M
Dettaglio
57 90 NOVO ENRICO
1983-02-05, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:13:12.00
La Tribale Triathlon Maschile
6
S4
57
M
Dettaglio
68 85 CAPPELLOZZA GABRIELE
1979-07-30, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:14:42.20
La Tribale Triathlon Maschile
8
S4
68
M
Dettaglio
78 156 ENNIO MASSIMO
1977-09-26, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:17:05.30
La Tribale Triathlon Maschile
13
M1
78
M
Dettaglio
92 79 PITTON RICCARDO
1987-07-07, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:18:47.40
La Tribale Triathlon Maschile
12
S3
92
M
Dettaglio
118 144 NATALI FEDERICO
1996-01-21, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:22:17.85
La Tribale Triathlon Maschile
7
S1
118
M
Dettaglio
119 95 BORDIN FILIPPO
1978-01-02, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:22:20.75
La Tribale Triathlon Maschile
22
M1
119
M
Dettaglio
129 45 SPOLAORE LUCA
1963-08-02, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:24:59.55
La Tribale Triathlon Maschile
7
M4
129
M
Dettaglio
145 47 NATALI GIAN FRANCO
1958-03-28, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:31:59.50
La Tribale Triathlon Maschile
6
M5
145
M
Dettaglio
DNS 107 VERONESE FILIPPO
1975-09-29, A.S.D. RHODIGIUM TEA
–:–:–.–
La Tribale Triathlon Maschile

M1

M
Dettaglio
11 168 BALLARIN VALERIA
1999-04-15, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:20:13.75
La Tribale Triathlon Femminile
2
JU
11
F
Dettaglio
13 167 DALLA PRIA GAIA LUCREZIA
2001-01-19, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:21:34.85
La Tribale Triathlon Femminile
1
YB
13
F
Dettaglio
14 165 MUNERATO ALICE
1981-08-16, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:22:34.70
La Tribale Triathlon Femminile
2
S4
14
F
Dettaglio
22 169 ROMANIN AGNESE
1999-02-18, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:27:35.25
La Tribale Triathlon Femminile
3
JU
22
F
Dettaglio
25 182 GARDAN MADDALENA
1981-09-23, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:32:39.50
La Tribale Triathlon Femminile
3
S4
25
F
Dettaglio

Luigi Fini

  • luglio 10, 2018

Campionati Italiani di Triathlon olimpico No-Draft – 01 Luglio 2018 – Iseo (BS)

 

Domenica, estate, lago. Il primo luglio ci sono tutti i presupposti per passare un’emozionante giornata di Sport!

Undici atleti rodigini si danno appuntamento, assieme a più di altri mille atleti, ad Iseo, per tentare di salire sul gradino più alto del podio, per aggiudicarsi il titolo di Campione Italiano di Triathlon Olimpico no-draft. 1500m a nuoto, 40km di biciletta e 10 km di corsa insomma, con la particolarità di non poter sfruttare la scia durante la frazione ciclistica, pena la sosta forzata presso il penality box lungo la frazione run.

Azzeccata la decisione da parte della Fitri di far valere questa gara come titolo italiano: il lago durante il mese di luglio raggiunge temperature fresche ma accettabili e la decisione da parte dei giudici di gara di vietare la muta ha creato scompiglio tra i partecipanti, soprattutto per coloro che hanno poca affinità con l’acqua.
Prima frazione selettiva dunque. E assai competitiva possiamo aggiungere, dal momento che ricavarsi la propria posizione in acqua tra le gomitate e le manate dei molti e agguerriti concorrenti non è stato banale!
Il percorso in bicicletta, estremamente panoramico e suggestivo, ha messo a dura prova i concorrenti: 900 m di dislivello totali sui 40 km; il primo tratto vallonato, seguito da due salite e infine una lunga discesa molto tecnica, hanno facilitato gli scalatori e affaticato chi non ha riempito a sufficienza la gamba nelle settimane precedenti di allenamento. Chi è stato troppo generoso in questa frazione, ha inevitabilmente pagato pegno nella successiva corsa, anche per via del caldo e dell’umidità, che sono andati via via aumentando.
La terza frazione ha riservato tre giri di corsa nel centro di Iseo, ed è stata ricca di cambi di direzione e qualche ponticello, che ha reso più impegnativo il tutto. Per fortuna non sono mancate rinfrescanti spruzzi di acqua fresca da parte dell’organizzazione, che ha peccato invece nei ristori, un po’ striminziti, senza sali nè frutta. Il multilap ha messo in qualche momento in difficoltà i più veloci, che si sono trovati a fare i conti con i doppiati in spazi talvolta angusti, ma anche queste sono gli imprevisti del triathlon!

Buoni i crono per tutti i Rhodigium-Italtecnica: di particolare spicco Omar Bertazzo, primo atleta della squadra che termina in 2 ore e 22 minuti, quattordicesimio nella combattutissima categoria  S2, che rientra alla grande dopo un periodo di recupero da infortunio.
Poco dopo, a distanza di poco più di un minuto, il sempre veloce Nicola Battocchio che agguanta il nono posto di categoria S3.
Sana rivalità casalinga tra Giorgio Marucco e Marco Bagnani, entrambi categoria S1, che tagliano il traguardo a distanza di pochi secondi: Giorgio ha preceduto Marco di 11 secondi, insediandosi rispettivamente al 13° e 14° posto di categoria.
A seguire Filippo Marangoni (S3), Alessandro Gabrieli (S2), Stefano Bolognese (M3), Luigi fini (M1), Mirko Zandron (M2), Alberto Zaggia (S2). Casaroli Massimo (M3) purtroppo si è dovuto ritirare dalla competizione per un sopraggiunto problema di stomaco nella fase di corsa.

Entusiasti tutti i partecipanti e grande tifo delle supporter migliori di sempre, che si sono sciroppate davvero tanti chilometri per dare un “alè!” di incoraggiamento a tutti!

Si segnala la giusta severità dei giudici, vista la tipologia di gara, che hanno ammonito Filippo ed Alessandro per essere scesi con l’ultimo piede dalla bicicletta dopo la linea che divide la T2 dal percorso bike. Semplice ammonimento fortunatamente per i due atleti.

Tutte le classifiche qui.

Forza Rhodigium!!!

 

 

Omar Bertazzo

Filippo Marangoni

Giorgio Marucco

Nicola Battocchio

Marco Bagnani

Luigi Fini

Luigi Fini e Filippo Marangoni

  • luglio 9, 2018

3 giugno 2018 – The Chapionship – mondiale 70.3

Sara Fusetti e Alessio Trombini a Samorin

Il 2 giugno Sara Fusetti è stata protagonista di un campionato mondiale stupendo, concluso con un tempo straordinario che ha premiato la sua caparbietà e il suo costante impegno al miglioramento.

Sara aveva ottenuto la slot per questo importante appuntamento in cui si misurano atleti da tutto il mondo e vi si è recata insieme al compagno ed a sua volta atleta Alessio Trombini, con il quale si prepara e che l’ha accompagnata e sostenuta anche in questo frangente, partecipando lui stesso alla competizione nella classe open.

E’ la seconda volta che Sara partecipa a questa gara e in questa occasione ha strappato un crono davvero ottimo, di 5 ore 23 minuti e 13 secondi, che la colloca 10 di categoria e cinquantaquattresima assoluta in classifica femminile.

Sara ha nuotato molto bene, ma è nella frazione bici dove si è distinta, con un crono di 2 ore e 50 per percorrere i 90 chilometri del circuito bike, e ancor più nella mezza maratona finale, dove ha chiuso con l’invidiabile tempo di 1 ora e 45 minuti.

Alessio, che non corre per la classifica, si è dimostrato il solito prodigio di sempre, e dopo aver soffero un po’ in acqua, ha macinato i 90 chilometri in solo 2 ore e 35, per chiudere poi la mezza maratona con minor impegno.

La nostra coppia d’oro si conferma sempre affiatata, tenace e davvero competitiva!

Complimenti Sara e Alessio!!

 

 

343 SARA FUSETTI 317 Women Middle Distance 45-49 00:38:16 00:04:43 02:50:20 00:04:45 01:45:09 5:23:13
26 Alessio Trombini 2731 Men Open 40-44 00:42:37 00:05:51 02:35:15 00:04:17 02:07:55 5:35:55

 

Luigi Fini

  • luglio 6, 2018

Triathlon Olimpico internazionale di Parigi – Garmin Triathlon Paris

Enrico Novo a Parigi

Palcoscenico internazionale per il nostro presidente Enrico Novo, che si esibisce in un’altra prestazione maiuscola all’ombra della Tour Eiffel.

Primo degli italiani, ventisettesimo assoluto con un tempo di 2 ore 14 minuti e 16 secondi, con un gap piuttosto contenuto dal primo!!

Nonostante un fastidioso problema addominale che ne ha minato la preparazione nelle ultime settimane, Enrico  ha stetto i denti, ha gestito bene il nuoto, esibendosi in una frazione bici ottima e in una corsa sui 10 chilometri finali davvero strepitosa, con un passo medio inferiore ai 3:48 al km (il percorso misurava 11 km e 6, non 10 come al solito)!!

Enrico ha manifestato tutta la sua soddisfazione e invita anche gli altri atleti a partecipare a questa gara nei prossimi anni, poichè il contesto, acqua a parte, è davvero stupendo e vale un viaggio di qualche giorno!

Grande Pres!!

Pos. Nr Nome
Età
Naz
Swim T1 Bike T2 Run Time
27. 1794 ENRICO Novo
35
0:26:21 0:01:39 1:00:37 0:03:15 0:42:23 2:14:16

Luigi Fini

  • luglio 6, 2018

IRONMAN Austria-Kärnten Klagenfurt, Austria Jul 1, 2018

Miche Aglio al termine dell’Ironman austriaco

E’ Michele Aglio il primo Rhodigium a concludere una full distance nel 2018!!

Il nostro Miki, da tanti anni tra i più veloci, entusiasti e rappresentativi atleti della famiglia Rhodigium Team, dopo una come sempre lunga e faticosa preparazione, ha affrontato con decisione la massima distanza lungo le strade austriache, impegnandosi in uno degli Ironman più sentiti, partecipati e conosciuti del vecchio continente.

I 3,8 km di nuoto si svolgono nel lago Wörthersee in Carinzia, per concludersi in un canale che conduce alla zona cambio e che permette agli amici di seguire e tifare durante le ultime bracciate i propri campione.
E Michele aveva davvero molti supportes a tifare per lui, dal babbo Mariano a molti compagni di squadra, che con grande cuore lo hanno sostenuto per tutte le lunghe ore di gara.
Il nostro alfiere ha condotto un’ottima frazione bike, esprimendo come sempre l’eccezionale ciclista che è in lui, per poi lottare in una frazione run un po’ più travagliata del previsto.

Probabilmente per un errore nell’alimentazione, Michele già molto presto ha infatti accusato dei dolori addominali che lo hanno molto rallentato.

Io che non ha mai affrontato certe distanze, posso solo immaginare cosa significhi, dopo 4 chilometri di nuoto e 180 chilometri di bici, dopo già 7 ore di gara, lottare a livello fisico, e ancor più psicologico con un malore che farebbe pensare le peggio cose a chiunque.

Ma Michele, da esperto triatleta qual è, e da testardo sportivo, non ha molltao, ha cercato e trovato rimedio al problema con pazienza e si è infine sbloccato, portando a termine la propria sfida con un bel tempo di 10 ore e 58 minuti, un po’ più alto delle proprie ambizioni, ma di certo soddisfacente in assoluto!

Grande Miky! E sappi che in Austria si stanno ancora chiedendo, ma 15 più 18, quanto fa?? Ahahah!

 

Name Country Div Rank Gender Rank Overall Rank Swim Bike Run Finish Points
Aglio, Michele ITA 123 607 649 01:06:30 05:27:17 04:13:11 10:58:09 3486

Luigi Fini

  • luglio 6, 2018

27/05/2018 IM 70.3 St.Pölten

Gabriele Cappellozza e Filippo Bordin al 70.3 di St Polten

La notizia non è più freschissima purtroppo, ma certamente degna di nota!

Due coriacei atleti della Rhodigium Team hanno partecipato il 27 maggio al triathlon 70.3, ovvero su distanza media per noi italiani, organizzato dalla sempre ottima società della Emme puntata: Filippo Bordin e Gabriele Cappellozza, spesso uniti in queste imprese.

I nostri portacolori hanno concluso con successo la propria gara in un tempo prossimo alle 6 ore e portano a casa un bellissimo ricordo di una competizione molto paricolare.

Infatti la sessione nuoto si svolge a cavallo di due distinti laghi, e gli atleti passano da uno all’altro attraversando una passerella di 200 metri tra l’acclamazione della folla sempre numerosa e partecipe.

Anche la sessione bici è molto affascinante, dipanandosi tra i vigneti di Wachau e gli albicocchi in fiore, per poi imboccare addirittura un’autostrada, chiusa per l’occasione e, dopo aver superato un dislivello di 1000 metri, fa rientro allo Sport Zentrum Bassa Austria, da cui parte un percorso da ripetere due volte e che corre lungo il fiume Traisen per passare nella caratteristica e barocca città di St. Polten.

Filippo e Gabriele erano rispettivamente al terzo e secondo 70.3 e doveva essere per loro l’appuntamento perfetto, quello preparato con la consapevolezza che solo l’esperienza sa dare.
Putroppo la preparazione di una sfida così impegnativa a volte non riesce al cento per cento, perchè incastrare gli intensi allenamenti con la famiglia, i bimbi, il lavoro, è un rebus che non sempre si riesce a risolvere.

Per questo i nostri triathleti dopo una buona sessione nuoto, non hanno avuto buonissime sensazioni in bici ed hanno denuncianto un po’ di spossatezza generale che non ha loro permesso di esprimere le abituali prestazioni, soprattutto in bici, loro punto di forza, e i tempi si sonon un po’ dilatati rispetto alle aspettative.

Ma il triathlon è anche questo e poichè noi, la maggior parte di noi, lo si fa per divertimento e sfida personale, è col consueto sorriso che Filippo mi racconta la sua esperienza, consapevole che comunque il proprio valore non dipende da un crono, che comunque ha dato il massimo e che porta a casa altra esperienza e bei ricordi di sport in amicizia!

Grandi ragazzi!

 

Name Country Div Rank Gender Rank Overall Rank Swim Bike Run Finish Points
Cappellozza, Gabriele ITA 179 918 1022 00:41:11 03:04:20 02:04:54 06:00:36 1603
Bordin, Filippo ITA 165 923 1028 00:53:10 03:06:39 01:51:09 06:00:57 1871

 

Luigi Fini

  • luglio 6, 2018

XXXV Triathlon Internazionale di Bardolino 16 giugno 2018

Bardolino bellissimo Bardolino!

Bardolino CARO Bardolino!

Sul capitolo costi qui e stavolta si potrebbe aprire un discorsetto…

Il triathlon innegabilmente va di moda, e i numeri sono lì a ricordarlo: solo tre anni fa fece scalpore la notizia che Bardolino “raddoppiava” la zona cambio per ospitare i 2000 partecipanti previsti, e lo ha fatto con una notevole struttura a soppalco, unica nel suo genere.
E lo ha fatto anche bene, dal momento che i disagi sono stati contenuti al minimo.

Tuttavia i partecipanti evidentemente sono in continua crescita, se quest’anno il costo del pettorale si è innalzato quasi a sfiorare le quota che normalmente si versa per un medio dei circuiti minori!

In ogni caso, come mi hanno riferito Mirko e Denis, anche quest’anno Bardolino è stato organizzato in modo impeccabile e la cornice, manco a dirlo, si conferma incantevole e di prestigio, con percorsi gara sempre belli, un numeroso pubblico a sostegno e tutto quel che serve per ottenere una giornata  da ricordare.

E non certo per moda si sono presentati i nostri atleti, che già da anni praticano questo sport e che con impegno cercano di migliorare sempre i propri limiti. Come Marco Bagnani, già campione veneto, che ha migliorato ancora il suo personale ed ha chiuso 23° di categoria.

Cristian ha portato a casa un ottimo tempo, seguito da Marco e da Mirko, soddisfattissimo del proprio crono, che lo vede davvero molto migliorato.

Contentissimo, e stanco, il nuovo arrivato Fabio, per la prima volta su questa distanza, mentre Denis, pur non centrando l’obbiettivo di un miglioramento, si è divertito ed è tornato a casa entusiasta e contento dell’esperienza.

Poco sotto potete leggere la classifica Rhodigium e curiosando sul sito Endu https://www.endu.net/it/events/triathlon-int.-di-bardolino/results/2018/40901/1088

è possibile apprezzare i tempi dei vari atleti nelle diverse frazioni, che , lo ricordiamo, prevendono per un olimpico 1500 metri di nuoto, 40 km di bici e 10 km di corsa a piedi.

P.Gen
Pett
Atleta
Tempo
P.Cat
P.Sex
227 613 BAGNANI MARCO
1997-01-01, A.S.D. RHODIGIUM TEA
2:21:27.40
Maschile
23
S1
227
M
Dettaglio
539 736 FINOTTI CRISTIAN
1976-01-01, A.S.D. RHODIGIUM TEA
2:32:46.75
Maschile
114
M1
539
M
Dettaglio
662 1214 BERTOLINI MARCO
1984-01-01, A.S.D. RHODIGIUM TEA
2:36:12.20
Maschile
62
S3
662
M
Dettaglio
933 1492 ESALTI MIRKO
1977-01-01, A.S.D. RHODIGIUM TEA
2:46:29.35
Maschile
190
M1
933
M
Dettaglio
981 1199 CASSETTA FABIO
1982-01-01, A.S.D. RHODIGIUM TEA
2:48:39.20
Maschile
145
S4
981
M
Dettaglio
1018 1088 BONATO DENIS
1975-01-01, A.S.D. RHODIGIUM TEA
2:50:18.35
Maschile
201
M1
1018
M
Dettaglio
1285 1737 LO SAVIO MARCO
1967-01-01, A.S.D. RHODIGIUM TEA
3:11:14.30
Maschile
216
M3
1285
M
Dettaglio

Rovigo, 21/06/2018

Luigi Fini

  • giugno 21, 2018

Triathlon sprint San Giovanni Persiceto (BO) – 2 Giugno 2018

Triathlon Sprint San Giovanni Persiceto (BO) – 2 Giugno 2018

 

Ore 7.45. Ritrovo in pasticceria. Un caffè, la brioche e qualche battuta per sciogliere quel po’ di tensione che accompagna sempre i giorni importanti. Inizia così il 2 giugno, per gli atleti della Rhodigium che hanno partecipato allo sprint di San Giovanni in Persiceto (BO). Gara valevole per il Rank nazionale.

Nonostante il caldo afoso e il sole cocente gli atleti non si sono scoraggiati e si sono preparati al meglio alla partenza. Nemmeno la decisione da parte dei giudici di gara di posticipare la partenza delle batterie femminili ha ostacolato le atlete femminili che hanno dimostrano comunque grande lucidità e concentrazione. Adrenalina alle stelle anche se lo start è giunto per loro, con 2 ore di “ritardo”.

Dopo il briefing iniziale, la batteria dei favoriti apre le danze. Alessandro Zampirollo con i colori rodigini tra il mare di cuffie colorate che riempiono le corsie, in attesa del fischio di inizio.

Prima frazione in piscina olimpionica con vasca lunga (50m). 8 atleti per corsia.

In poco più di 10 minuti quasi tutti gli atleti concludono la frazione natatoria. Via via a seguire, le batterie successive.

Il percorso bike si snoda tra la campagna bolognese e le strade del centro. E’ consentita la scia, il  che ha permesso ai diversi gruppi di atleti di concludere la seconda frazione con tempi vicini alla mezz’ora.

Nella frazione corsa, solo due giri di 2,5 km l’uno, lungo i sentieri che si snodano all’interno del parco del campo sportivo, tra sterrato e terreno erboso, prima di giungere al traguardo.

Alle 13.30 è finalmente il turno delle ragazze: in prima batteria troviamo Claudia Martinelli, una delle punte di diamante della squadra, Arianna Tomaini e Alessandra Manfrin, cariche come sempre, Roberta Zanforlin, più agguerrita che mai.

Gli altri componenti della Rhodigium Team hanno ormai concluso la gara e possono dedicarsi così a fare il tifo alle loro compagne di squadra.

Il caldo e l’afa si fanno sentire, specialmente durante la corsa, ma tutte riescono a concludere egregiamente e con soddisfazione la gara.

Ecco infine quello che tutti gli atleti attendono con indiscutibile trepidazione: il pasta party!! Ci si ristora con sono appetito e si discute della gara, si fa qualche battuta, si scherza, si sdrammatizza, si assiste alle premiazioni, si programmano le prossime gare.

Questo è un momento particolarmente piacevole per noi atleti: condividere le vittorie e gli insuccessi, sostenersi a vicenda, semplicemente festeggiare e stare insieme. Perché è questa l’essenza stessa di questo sport: unire persone di tutte le età, uomini e donne, con caratteri e personalità differenti, ma che amano ciò che fanno e che giocano con se stessi mettendosi fisicamente alla prova in un sano confronto sportivo.

Ormai la giornata è finita: sopraggiunge la sera e bisogna far ritorno verso casa. Regna la soddisfazione, perché i successi, in questa giornata, sono stati tanti; in primis quelli delle donne:

  • Due le medaglie, vinte dall’esperta Claudia Martinelli (1° di cat. M3) e da Alessandra Manfrin (3° di cat. S2), che hanno concluso rispettivamente in 1h 15min e 1h 18min;
  • Ad un soffio dal podio Arianna Tomaini, che per una manciata di secondi arriva 4° di cat. M1, concludendo comunque la gara con l’ottimo tempo di 1h 17 min;
  • Grande soddisfazione anche per Roberta Zanforlin, che, dopo l’esperienza di Caorle, tira fuori tutta la sua grinta e porta a termine egregiamente il suo primo triathlon con un tempo complessivo di 1h 28min.

Non da meno sono stati gli atleti della Rhodigium, a partire da Alessandro Zampirollo, che si è collocato 8° di cat. M1 con l’eccellente tempo di 1h 5min, dimostrando come sempre grande preparazione, concentrazione ed un apprezzabile spirito di squadra.

C’è poi Enrico Pavan, che con il suo inesauribile entusiasmo ha tenuto alto l’umore di tutti durante l’intera giornata. Gara dopo gara continua ad accorciare i tempi, dando prova di un costante miglioramento, frutto di un impegno e di una dedizione che quest’anno non hanno avuto eguali. Chiude in 1h 11min.

Grande ritorno anche di Alessandro Milan, che ha deciso di inaugurare la stagione agonistica del 2018 con questa gara, arrivando al traguardo dopo 1h 22min dallo start.

Gian Franco Natali affronta come sempre la competizione con grande lucidità e concentrazione, portando a termine lo sprint in 1h 30min.

Ottimi risultati anche per Loy Agostinello Massimo e Fabio Cassetta, che tagliano il traguardo rispettivamente dopo 1h 23min e 1h 15min dalla partenza.

Complimenti agli atleti della Rhodigium, che hanno partecipato a questo evento e che hanno dimostrato ancora una volta un grande spirito di squadra.

Grazie a Claudia e Ylenia, che hanno sostenuto ed accompagnato i triatleti durante tutta la competizione e hanno documentato il tutto con foto e video.

Un pensiero non può che andare anche agli allenatori Enrico e Stefano, senza i quali la preparazione dimostrata dai nostri triatleti non sarebbe arrivata a questo livello.

E adesso… quale sarà la prossima gara?!?

P.Gen
Pett
Atleta
Tempo
P.Cat
P.Sex
37 49 ZAMPIROLLO ALESSANDRO
1975-04-12, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:05:36.70
Sprint Maschile
8
M1
37
M
Dettaglio
133 251 PAVAN ENRICO
1976-10-08, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:11:54.20
Sprint Maschile
30
M1
133
M
Dettaglio
181 220 CASSETTA FABIO
1982-05-04, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:15:34.25
Sprint Maschile
30
S4
181
M
Dettaglio
242 166 MILAN ALESSANDRO
1971-04-09, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:22:29.80
Sprint Maschile
46
M2
242
M
Dettaglio
250 261 LOY AGOSTINELLO MASSIMO
1969-02-16, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:23:23.15
Sprint Maschile
49
M2
250
M
Dettaglio
276 188 NATALI GIAN FRANCO
1958-03-28, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:30:54.25
Sprint Maschile
4
M5
276
M
Dettaglio
15 363 MARTINELLI CLAUDIA
1967-04-27, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:15:31.70
Sprint Femminile
1
M3
15
F
Dettaglio
22 376 TOMAINI ARIANNA
1978-07-07, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:17:58.10
Sprint Femminile
4
M1
22
F
Dettaglio
23 408 MANFRIN ALESSANDRA
1990-07-11, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:18:14.05
Sprint Femminile
3
S2
23
F
Dettaglio
61 418 ZANFORLIN ROBERTA
1988-10-22, A.S.D. RHODIGIUM TEA
1:28:04.55
Sprint Femminile
11
S3
61
F
Dettaglio

 

Rovigo, 21/06/2018

Filippo Marangoni e Luigi Fini

  • giugno 21, 2018

Campionati italiani di Acquathlon Giovani – 2 giugno 2018 – Porto Sant’Elpidio (FM)

E’ un Enrico Novo soddisfattissimo dei suoi giovani quello che mi parla con occhi raggianti a bordo vasca!

Mi racconta dei “suoi” giovani che, nonostante molti siano impegnati con gli impegni dell’esame di maturità, hanno avuto tanta passione e dedizione da continuare ad allenarsi con impegno e crescere ulteriormente nella multidisciplina, tanto da avere tutti migliorato i propri personali nel recente campionato italiano aquathlon giovani, svoltosi a Porto Sant’Elpidio, domenica 2 giugno.

Il livello era altissimo, presenti tutti i talenti italiani, veri fenomeni in aqua e in corsa, ma nonostante questo i nostri portabandiera si sono distinti con prestazioni maiuscole in una gara un po’ anomala nelle distanze, con 750 metri a nuoto e 3000 di corsa, in parte sulla sabbia, quindi molto più faticosa.

Sempre eccezionale Valeria Ballarin, uscita come sempre benissimo dall’acqua, ha tenuto bene la corsa e si è classificata ben diciannovesima in classifica femminile!

Ottima anche Agnese Romanin, 29^, sempre categoria Junior, così come Luca Paulon, 61° in classifica maschile.

Tra gli Yout un nuovo ingresso, Rizzi Samuele, che ha condotto un’ottima gara, subendo tuttavia una squalifica per motivi non ancora chiariti dalla direzione gara.

Gaia Lucrezia ha sfoggiato una bellissima frazione nuoto e ha dimostrato miglioramenti anche nella corsa, chiudendo quarantanovesima.

Un settore giovanile, quello della Rhodigium Team/Italtecnica, in continua crescita, sia numerica che prestazionale, ed è giusto riconoscere l’impegno non solo dei ragazzi, ma anche del loro preparatore Enrico che allena e accompagna in nostri giovani con vera passione.

P.Gen
Pett
Atleta
Tempo
P.Cat
P.Sex
61 85 PAULON LUCA
1999-05-09, A.S.D. RHODIGIUM TEA
0:27:32.30
Junior Maschile
61
JU
61
M
Dettaglio
19 137 BALLARIN VALERIA
1999-04-15, A.S.D. RHODIGIUM TEA
0:25:35.50
Junior Femminile
19
JU
19
F
Dettaglio
29 139 ROMANIN AGNESE
1999-02-18, A.S.D. RHODIGIUM TEA
0:27:55.45
Junior Femminile
29
JU
29
F
Dettaglio
DSQ 270 RIZZI SAMUELE
2002-10-29, A.S.D. RHODIGIUM TEA
0:13:18.85
Youth B Maschile

YB

M
Dettaglio
49 366 DALLA PRIA GAIA LUCREZIA
2001-01-19, A.S.D. RHODIGIUM TEA
0:14:57.70
Youth B Femminile
49
YB
49
F
Dettaglio

 

Rovigo, 21/06/2018, Luigi Fini

  • giugno 21, 2018