Impariamo l’Atletica: Obiettivo Indoor

Arriva la seconda puntata dell’Impariamo l’atletica, dedicata nello specifico all’atletica Indoor ( al coperto), attività che si svolge parallelamente alla corsa campestre nella stagione invernale per quanto concerne la collocazione nel calendario e che trova maggiore applicazione nelle categorie giovanili, in quanto in fase di crescita e sperimentazione atletica meno invece per quanto concerne le categorie agonistiche ( dagli allievi in sù) per un discorso di specializzazione e non da poco della praticabilità della propria disciplina nell’impianto al coperto. Morale, un atleta delle categorie giovanili può tranquillamente cimentarsi nelle velocità e nei salti il sabato pomeriggio e correre una campestre, solitamente di distanza 1,5-2km al maschile e 1 / 1,5 km al femminile la domenica mattina,  cosa che lo juniores o la promessa under23 del settore mezzofondo solitamente non fà, per non parlare del velocista che ha nell’attività indoor l’unico momento di confronto agonistico nel periodo invernale, in attesa della stagione su pista. Discorso a parte per i master, gli invincibili dell’atletica capaci di cimentarsi anche in più gare e discipline dove lo scopo primario è il manifestare della passione che supera l’aspetto agonistico in sé e del risultato in termini di prestazione.

Dopo questa sommaria introduzione, suddividiamo l’indoor per quanto riguarda gli aspetti fondamentali ovvero: L’IMPIANTO /  LE DISCPLINE GARE PER LE VARIE CATEGORIE – CALENDARIO GARE

IMPIANTO E DISCIPLINE: diciamo tutto diciamo nulla, se per correre una campestre una volta picchettato il percorso e messo il nastro pronti via, nelle indoor se non c’è un tetto sopra la testa e possibilmente un locale riscaldato praticare l’atletica non è possibile. Se per le categorie giovanili (esordienti A-B-C )si possono svolgere dei meeting nelle palestre dove in forma di “giocatletica” o meglio sulla formula del “triathlon” ovvero prova di velocità (30 mt) salto ( solitamente in lungo anche con battuta libera) e lancio ( pallina in gomma o vortex o in alternativa palla medica) che hanno lo scopo ludico per quanto riguarda le manifestazioni patrocinate dalla Federazione (FIDAL) è necessario un impianto a norma con rettilineo a 4-6 corsie sino ai 60 metri ( la distanza massima per quanto riguarda lo sprint indoor), delle pedane regolamentari, per salto in alto, lungo e asta e un anello della lunghezza di  200 metri dove si possono sviluppare le prove di velocità resistente ( 400 mt) e di mezzofondo, sino alla distanza massima di metri 3,000 per le categorie agonistiche e i master. Sono esclusi, per ovvi motivi dall’attività indoor i “lanci lunghi” ovvero disco, martello e giavellotto mentre il peso è l’unico lancio “disputabile” in apposita pedana. Per i lanciatori a ogni modo vi sono apposite manifestazioni e a titolo di cronaca nei paesi scandinavi, dove il giavellotto è sport nazionale vi sono impianti che permettono la disputa anche di queste discipline!. L’aspetto dell’impianto è dunque requisito fondamentale e qui si và a toccare un tasto dolente per quanto riguarda l’attività nazionale e regionale. Se in Europa vi sono impianti rinomati e appariscenti, con meeting internazionali a cadenza settimanale ( pensiamo alla Germania)  in Italia i punti cardine sono stati negli anni gli impianti Ancona e Genova, mentre proprio nella nostra Regione, il Veneto è partito nel 2009 un progetto che si è al momento arenato ( VEDI INTERESSANTE VIDEO DA ATLETICA NET) che porterebbe la città di PADOVA ad essere il punto di riferimento per l’attività del Nord-Est e Nazionale dopo la parentesi triennale che ha visto disputarsi l’attività nell’impianto di Padova Ovest.

http://www.atleticanet.it/master/news/25563-la-favola-del-palainddor-di-padova.html

CALENDARIO GARE

Di seguito pubblichiamo il calendario dell’attività Regionale INDOOR FIDAL 2012 e i REGOLAMENTI. L’attività si svolgerà nell’impianto al coperto dello stadio Colbacchini di Padova dove sono previste prove di Velocità e salti per categorie giovanili e assoluti. L’attività del mezzofondo è anche per il 2012 ovvero la terza stagione consecutiva non disputabile. E’ opportuno concordare con i tecnici la partecipazione alle varie gare in particolare se gli atleti hanno in prospettiva la partecipazione ai Campionati Italiani delle varie Categorie previste per i mesi di febbraio-marzo.

CALENDARIO REGIONALE FIDAL

http://www.fidalveneto.it/public/library/2012-CALREGIONALE-Invernale+mod.pdf

REGOLAMENTOATTIVITA’ http://www.fidalveneto.it/public/library/2012-INDOOR-Regol.pdf

Alessio Piovanello per Rhodigium Team

 

  • Dicembre 29, 2011
Click Here to Leave a Comment Below

Leave a Comment: